Billie Eilish è la “persona dell’anno” 2021 di PETA

 

Billie Eilish è la “persona dell’anno” 2021 di PETA

Roma – Viene ascoltata – e non solo per la sua musica. Per non aver mai smesso di parlare della protezione degli animali e per aver lavorato attivamente per aiutarli – dallo sviluppo di calzature senza pelle alla promozione di cibi vegani, fino alla pressione su designer come Oscar de la Renta per eliminare l’uso di pelliccia – Billie Eilish è la persona dell’anno 2021 di PETA. È la più giovane vincitrice del premio annuale, che in precedenza è andato, tra gli altri, a to Joaquin PhoenixCarrie JohnsonLewis HamiltonPamela Anderson e al compianto Sir Roger Moore.

Quest’anno, Eilish ha lanciato una collezione di scarpe Air Jordan con Nike, evidenziando su Instagram che le sneakers sono al “100% di pelle vegana con oltre il 20% di materiale riciclato”. La vincitrice del Grammy ha anche lanciato il suo primo profumo, che non contiene ingredienti di origine animale e non è testato sugli animali, e ha fatto scalpore al Met Gala accettando di collaborare con Oscar de la Renta su un abito su misura senza seta, solo a condizione che il marchio bandisse le pellicce dalla sua collezione, cosa che alla fine ha accettato di fare.

Ha anche lavorato come co-presidente del Met Gala e, per la prima volta in assoluto, l’evento ha servito esclusivamente cibi vegani.

Eilish, che è vegana dall’età di 12 anni, ha recentemente incoraggiato i suoi follower n egli USA a non mangiare tacchino nel giorno del Ringraziamento, dicendo: “I tacchini sono alcune delle creature più gentili al mondo” e in un’intervista con British Vogue questo anno, ha spiegato, “ho imparato a conoscere l’industria lattiero-casearia e l’industria della carne… non posso proprio andare avanti nella mia vita sapendo cosa succede nel mondo animale senza fare nulla per fermarlo”.

“Billie Eilish si vuole assicurare che la festa sia finita per i cibi a base di carne e latte, nonché per la pelle, la pelliccia e la seta”, dichiara la fondatrice di PETA Ingrid Newkirk. “PETA è più felice che mai di celebrarla per aver colto ogni opportunità di sottolineare come la moda e gli alimenti vegani siano più gentili con gli animali e con il pianeta che condividiamo con loro”.

PETA – il cui motto recita, tra l’altro, che “gli animali non sono nostri su cui sperimentare, da mangiare, indossare, usare per divertimento o abusare in qualsiasi altro modo” – si oppone allo specismo, una visione del mondo basata sulla supremazia degli esseri umani. Per ulteriori informazioni, visita PETA.org.uk o segui il gruppo su FacebookTwitter o Instagram.

Contatto:

Sascha Camilli +44 (0) 20 7923 6244; [email protected]

#