Daniela Martani ‘Scuoiata Viva’ in Protesta Contro la Pelle alla Settimana della Moda di Milano

 

Per pubblicazione immediata:

17 settembre 2019

Contatto:

Sascha Camilli +44 (0) 20 7923 6244; [email protected]

DANIELA MARTANI ‘SCUOIATA VIVA’ IN PROTESTA CONTRO LA PELLE ALLA SETTIMANA DELLA MODA DI MILANO

La star si spoglia per la PETA con il messaggio “La pelle che indossi è di un altro – vesti vegano”

Milano – I partecipanti alla Settimana della moda di Milano sono restati a bocca aperta oggi quando la “pelle” della quasi nuda Daniela Martani è stata strappata in Piazza del Duomo – con l’aiuto di un trucco con effetti speciali – per richiamare l’attenzione sulla sofferenza che gli animali sopportano nell’industria della pelle. ​

Le foto dell’azione sono disponibili qui, qui, qui, qui e qui. Riprese video sono disponibili qui.

“Gli animali non sono tessuti. Meritano di più che essere trasformati in una borsa, un paio di scarpe o un cappotto”, dice Martani.

“Nessun accessorio di moda vale la pena di scuoiare animali senzienti”, dice Elisa Allen, direttore della PETA. “La PETA chiede agli stilisti e acquirenti di fare la propria parte per proteggere gli animali e il pianeta scegliendo la pelle vegana, non quella strappata agli animali”.

La PETA – il cui motto recita in parte che “gli animali non sono nostri da indossare” – fa notare che ogni anno vengono uccisi più di un miliardo di animali per la loro pelle. Subiscono le condizioni di estremo affollamento e privazione, nonché castrazione, marchiatura, taglio della coda e delle corna, il tutto senza antidolorifici. Nei mattatoi, la loro gola è tagliata e alcuni sono persino spellati e smembrati mentre sono ancora coscienti. E secondo l’innovativo rapporto “Pulse of the Fashion Industry“, la pelle è il materiale più inquinante utilizzato nel campo della moda.

L’anno scorso, la Settimana della Moda di Helsinki si è impegnata a vietare la pelle e incoraggia invece i designer a lavorare con pellami vegani di qualità superiore, tra cui quelli realizzati con microfibre, Ultrasuede, Poliuretano (PU), foglie di ananas (Piñatex), funghi e uva da vino (Vegea).

Per ulteriori informazioni, visita PETA.org.uk.
#