L’OPPOSIZIONE ALLA CRUDELTÀ SUI COCCODRILLI ARRIVERÀ ALLA SALA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI LOUIS VUITTON

 

Per divulgazione immediata:

12 gennaio 2017

Contatto:

Sascha Camilli +44 (0) 20 7837 6327, est. 235; [email protected]

L’OPPOSIZIONE ALLA CRUDELTÀ SUI COCCODRILLI ARRIVERÀ ALLA SALA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI LOUIS VUITTON

PETA Stati Uniti acquista azioni della società capogruppo per porre fine, dall’interno della corporazione, alla vendite di pelli di animali esotici

Roma – Sulla scia di una denuncia PETA che mostra i rettili negli allevamenti di coccodrilli in Vietnam – di cui due che hanno fornito pelli ad una conceria di proprietà della società madre di Louis Vuitton, LVMH – rinchiusi in piccole fosse e talvolta tagliati e scuoiati mentre sono ancora vivi e si muovono, la PETA Stati Uniti è diventata un’azionista di LVMH alla Borsa di Parigi, allo scopo di fare pressione sulla società per mettere fine alla vendita di merce prodotta con pelli di animali esotici.

“Ogni denuncia della PETA nell’industria di pelle esotica ha messo in risalto che degli esseri viventi senzienti sono stipati in cave sporche, sono fatti a pezzi e lasciati a morire”, ha detto la direttrice dei programmi internazionali della PETA, Mimi Bekhechi, che ha aggiunto: “Dalle dimostrazioni in strada ad alzare la voce nella sala di consiglio, PETA Stati Uniti presserà LVMH per interrompere la vendita di qualsiasi borsa, cinturino, o scarpa fatte con la pelle di un rettile.”

La denuncia della PETA rivela che nelle due aziende che hanno fornito LVMH i rettili giacevano immobili in migliaia di piccole celle di cemento, alcune più piccole del loro corpo, per 15 mesi per poi essere macellati. Altre erano stracolme, con dozzine di animali in misere fosse di cemento. In un altro allevamento i lavoratori incidono il collo dei coccodrilli e inseriscono delle aste metalliche mentre il sangue scorre dalle ferite, e si vede un coccodrillo che continua a muoversi dopo essere stato scuoiato. Questo metodo di uccisione è stato a lungo denunciato come disumano. Gli esperti hanno dimostrato che i coccodrilli rimangono coscienti per più di un’ora dopo la recisione del midollo e dei vasi sanguigni.

PETA – il cui motto dice tra l’altro che “gli animali non sono nostri da indossare” – ha testimoniato la crudeltà negli allevamenti di rettili in tre continenti (Africa, Asia e America del Nord) e ogni volta ha dimostrato che questi animali intelligenti e sensibili sono costretti ad una prigionia squallida e ad una morte violenta.

Per ulteriori informazioni sull’industria delle pelli di animali esotici, visita PETA.org.uk.

 

 

#