PETA al sindaco di Siena: basta col Palio; è tempo per una nuova tradizione

 

Per pubblicazione immediata:

11 giugno 2020

Contatto:

Sascha Camilli +44 (0) 20 7923 6244; [email protected]

PETA al sindaco di Siena: basta col Palio; è tempo per una nuova tradizione

Il gruppo esorta il sindaco a sostituire la corsa mortale con una divertente gara di cavallucci di legno, senza l’utilizzo di animali

Siena – Dopo che l’edizione di quest’anno del famigerato Palio di Siena è stata annullata a causa del coronavirus, PETA ha spedito stamattina una lettera al sindaco di Siena, Luigi De Mossi, per esortarlo a bandire la gara – per la quale oltre 50 cavalli sono morti dagli anni ’70 ad ora – in modo permanente e a sostituirla con una corsa hobby-horse (su cavallucci di legno), con la sola partecipazione di esseri umani su base volontaria. In tale corsa i concorrenti gareggiano cavalcando un bastone di legno con la testa a forma di cavallo, uno sport amico degli animali che sta guadagnando popolarità in tutto il mondo. Per rendere più appetibile l’accordo, PETA si è anche offerta di fornire gratuitamente 1.000 cavallucci, una volta che si potrà dare il via al nuovo evento.

“Costringere i cavalli a correre finché non si rompono le ossa e crollano a terra, è un’immagine da incubo”, afferma la direttrice della PETA Elisa Allen. “PETA chiede alle autorità di Siena di eliminare questo spettacolo indegno e abbracciare una nuova tradizione che non causa sofferenza”.

PETA, il cui motto recita, in parte, che “gli animali non sono nostri da usare per intrattenimento”, osserva che i cavalli, molti dei quali drogati, vengono frustati e costretti a correre a velocità folli per le strette curve delle strade della città, spesso distruggendosi le caviglie o rompendosi le zampe. Nel 2018 un cavallo di nome Raol si è rotto una zampa cadendo durante una corsa ed in seguito è stato soppresso. Nel settore delle corse dei cavalli, molti cavalli vengono soppressi quando non sono più redditizi.

PETA si oppone allo specismo, una visione del mondo basata sulla supremazia dell’essere umano. La lettera del gruppo al sindaco di Siena è disponibile qui. Per ulteriori informazioni, visita PETA.org.uk.

#