QUEL MAGLIONE DI NATALE È ANCORA PIÙ CRUDELE: NUOVO VIDEO MOSTRA OPERAI DELL’INDUSTRIA DELLA LANA MENTRE CALPESTANO, TAGLIANO E PRENDONO A PUGNI LE PECORE

 

Per divulgazione immediata:
14 dicembre 2017

Contatto:
Sascha Camilli +44 (0) 20 7923 6244[email protected]

QUEL MAGLIONE DI NATALE È ANCORA PIÙ CRUDELE: NUOVO VIDEO MOSTRA OPERAI DELL’INDUSTRIA DELLA LANA MENTRE CALPESTANO, TAGLIANO E PRENDONO A PUGNI LE PECORE
PETA pubblica il filmato girato nelle strutture di tosatura australiani mostrando la continua crudeltà verso le pecore

Rome – Un video di PETA Asia sull’industria della lana in Australia – il più grande esportatore di lana al mondo – mostra gli operai mentre picchiano violentemente le pecore in faccia, calpestano le loro teste e colli e le colpiscono in faccia con forbici elettriche. Il testimone oculare ha inoltre documentato profonde ferite sanguinanti sui corpi degli animali, le quali sono state cucite usando un ago e filo dagli operai, senza somministrare alcun antidolorifico.

Il video-denuncia mette in evidenza solo alcune delle crudeltà inflitte agli animali nelle quattro strutture di tosatura visitati dal testimone oculare nel Nuovo Galles del Sud e Victoria, i principali stati produttori di lana in Australia.

Quando nel 2014 la PETA ha rivelato la crudeltà dilagante nelle strutture di tosatura di tutta l’Australia, le prove video hanno portato a delle condanne senza precedent sull’accusa di crudeltà verso gli animali. All’epoca, l’industria della lana ha persino affermato che l’abuso deve cessare immediatamente, ma questa recente rivelazione di PETA Asia mostra che niente è cambiato.

La vita delle pecore in Europa non è più facile. I produttori di lana sottopongono gli agnelli a dolorose mutilazioni – inclusa la castrazione senza antidolorifici – e le morti di 2 – 3 milioni di agnelli ogni anno per fame o ipotermia sono considerate normali nell’industria.

“Le pecore sono animali gentili che hanno paura anche quando solo trattenute, eppure queste pecore sono state prese a pugni in faccia, colpite e calpestate, le loro teste schiacciate sul terreno da tosatori impazienti che non sono sorvegliati, causando alle pecore ferite e grande angoscia,” dice il direttore dei programmi internazionali della PETA, Mimi Bekhechi. “La PETA invita i consumatori di tutto il mondo a rifiutare la crudeltà verso gli animali – e questo significa non comprare mai la lana.”

Le riprese video in qualitá broadcast sono disponibili qui. Per ulteriori informazioni, visita il sito PETA.org.uk.

#