Save the Duck Nominata Azienda dell’Anno 2019 dalla PETA USA

 

Per diffusione immediata:

10 dicembre 2019

Contatto:
Sascha Camilli +44 (0) 20 7923 6244; [email protected]

SAVE THE DUCK NOMINATA AZIENDA DELL’ANNO 2019 DALLA PETA USA
Il brand d’abbigliamento vegano viene celebrato per suoi capi caldi ed eleganti senza piume

Roma – Per aver espanso il mercato dell’outwear vegano di lusso in tutto il mondo ed aver risparmiato ad innumerevoli uccelli l’agonia di avere le loro piume strappate nella crudele industria dei piumini, Save the Duck è stata nominata Azienda dell’Anno 2019 dalla PETA USA.

Invece di usare piume nelle giacche, Save the Duck ha aperto la strada alla rivoluzionaria tecnologia di isolamento Plumtech. All’inizio di quest’anno, il brand con sede a Milano ha aperto il suo primo negozio in Asia – specificamente in Cina, il principale fornitore di piume al mondo – ed è stato il primo marchio di moda italiano a ottenere l’ambita certificazione B Corp, riservata ai “migliori performers a livello sociale e ambientale “. Il fondatore dell’azienda, Nicolas Bargi, afferma: “Non capivo perché [l’industria] continuasse a usare le piume nelle giacche. Avevo una coscienza”.

“Sotto tutti i punti di vista, l’abbigliamento di Save the Duck vola molto più in alto delle altre aziende di abbigliamento da esterno che, pigre e poco creative, si affidano alle pellicce e alle piume di animali maltrattati e macellati”, ribadisce Ingrid Newkirk, Presidente della PETA. “La PETA sta riconoscendo questa azienda sostenibile, per i suoi piumini perfetti che dimostrano che il futuro della moda è vegano”.

Solitamente nell’industria dei piumini i dipendenti stringono gli uccelli sottosopra tra le ginocchia e, quando sono ancora vivi, strappano manciate di piume mentre gli animali lottano e gridano per il dolore. Le penne degli animali vengono spesso tirate così violentemente che la loro pelle si squarcia, lasciandole con ferite aperte che i dipendenti poi cuciono, senza dare agli animali alcun antidolorifico. Un’indagine della PETA in questo settore industriale in Cina ha documentato che i lavoratori delle aziende agricole connessi a società certificate “sostenibili” e “responsabili” hanno lasciato le oche e le anatre ferite a morire lentamente. Uccelli morti sono stati trovati in decomposizione in gabbie e negli stagni, e altri sono stati gettati via come spazzatura.

I vincitori del premio in passato includono WeWork, Netflix, Beyond Meat, Ogilvy & Mather Advertising Bangkok, Daiya ed Emulate.

La PETA si oppone allo specismo, una visione del mondo di supremazia umana. Per ulteriori informazioni, visita PETA.org.uk.

 

 

#