Sindaco Di Torino Riceve Bouquet Di Verdure Dalla PETA Dopo Promessa Vegana

 

26 luglio 2016

I pasti senza carne avranno prioritá negli obiettivi della nuova giunta

Torino – In seguito alla notizia secondo la quale il neo-eletto sindaco di Torino, Chiara Appendino, ha promesso di promuovere pasti vegani e vegetariani durante il suo mandato – con l’obiettivo di fare diventare Torino la prima “cittá vegetariana” d’Italia – la PETA ha spedito al sindaco un regalo delizioso: un bouquet commestibile fatto di “fiori” di carote, zucchine e formaggio senza latte (foto disponibile qui) creato dal produttore di formaggi vegani Dall’Albero.

PETA Veg Bouquet

“Complimenti al Sindaco Appendino per aver capito che mangiare carne é una tradizione senza la quale staremmo tutti meglio”, dice il Direttore della PETA Mimi Bekhechi. “Concentrandosi sulla cucina a base vegetale, la cittá di Torino potrá salvare le vite degli animali, aiutare l’ambiente e tenere in buona salute i residenti e i turisti. Diventerá una cittá da emulare!”

Usare enormi quantitá di acqua e grano per il mangime degli animali da allevamento, per poi ucciderli, processarli e trasportarli, richiede un uso estremamente intensivo di energie e risorse. La PETA – il cui motto dice in parte che “gli animali non sono nostri da mangiare” – nota che le Nazioni Unite hanno dichiarato che un passaggio globale verso i pasti vegani é necessario per combattere gli effetti piú gravi dei cambiamenti climatici. Inoltre, i vegani corrono un rischio ridotto di attacchi cardiaci, stroke, diabete e tumori – in piú ovviamente risparmiano molti animali ogni anno dalla sofferenza quotidiana in sporchi, affollati allevamenti e dalla terrificante morte nell’industria della carne, uova e latticini.

Per altre informazioni, visita PETA.org.uk

#