Un Video Scioccante Di Cani Inceneriti Sollecita PETA Ad Un Appello Alle Autorita Dell’Azerbaijan

 

15 aprile 2015

PETA chiede la fine dello sterminio di massa di cani randagi, nei mesi precedenti l’inizio dei Giochi Europei

Baku, Azerbaijan – Con l’arrivo dei primi Giochi Europei che si terranno questa estate a Baku, le autorità ci hanno riferito di retate volte a catturare e uccidere in modi orribili i cani randagi allo scopo di “ripulire” le strade di Baku. E alla luce di foto e video che mostrano pile di cani randagi bruciati a dozzine in inceneritori improvvisati, PETA ha inviato una lettera urgente all’ambasciatore Azero Tahir Taghizadeh per sollecitarlo a fermare questa strage ed attuare una campagna di sterilizzazione – l’unico modo efficace per controllare la popolazione dei cani randagi di Baku.

“Tutti gli occhi sono su Baku nell’imminenza dei Giochi Europei, e tutto quello che il mondo sta vedendo sono pile di ossa e pelli di cane bruciate che emettono fumo nero nell’aria”, dice il direttore di PETA Mimi Bekhechi. “PETA fa appello alla autorità dell’Azerbaijan per mettere fine a questo massacro prima che la reputazione di questo bellissimo paese e dei Giochi Europei venga compromessa.”

Le notizie giunte ci dicono che i cani vengono uccisi con arma da fuoco da multo vicino e successivamente i loro corpi inceneriti. Come sottolinea nella sua lettera PETA – il cui motto è “gli animali non ci appartengono e non possiamo abusarne in alcun modo” – nessun programma di sterminio potrà mai risolvere il problema del  randagismo. L’unica soluzione è un programma di prevenzione attraverso la sterilizzazione.

La lettera di PETA all’ambasciatore azero Tahir Taghizadeh è disponibile su richiesta. Le foto sono disponibili qui: photo1, photo2, photo3 e photo 4. Per ulteriori informazioni, visita PETA.org.uk.

#