‘Papa Francesco, Per Favore Condanni L’Ignobile Gelatina d’Asino!” Chiedono i Manifestanti

 

Per divulgazione immediata:

21 dicembre 2018

Contatto:

Sascha Camilli +44 (0) 20 7923 6244; [email protected]

‘PAPA FRANCESCO, PER FAVORE CONDANNI L’IGNOBILE GELATINA D’ASINO!’ CHIEDONO I MANIFESTANTI

Sostenitori della PETA e Animalisti Italiani sono arrivati ​​in Vaticano per chiedere a Sua Santità di difendere l’equino di Gesù dalla macellazione prima del Natale

Roma – Oggi i sostenitori della PETA e degli Animalisti Italiani erano fuori dal Vaticano per sollecitare Papa Francesco a condannare l’ejiao – una “medicina” cinese usata per tutto dalla disfunzione erettile ai foruncoli e persino venduta in bevande energetiche e dolci – che viene fatta bollendo il pellame di piccoli asini che sono spesso presi a bastonate e uccisi in Africa e spediti in Cina. Con uno striscione che proclama “L’Asino di Gesù: milioni uccisi per la gelatine. Per favore Santo Padre, ferma questo!”, I difensori dei diritti degli animali hanno ricordato a Sua Santità che gli asini sono animali sacri che hanno un posto di rilievo nella Bibbia e meritano la nostra protezione per non farli patire una morte dolorosa.

Le foto della dimostrazione sono disponibili quiqui e qui.

Un video denuncia della PETA sull’industria dell’ejiao rivela che migliaia di asini sono tenuti in recinti piccolo e sporchi con pavimenti in cemento e, quando arriva il momento di andare sul mercato, vengono violentemente picchiati. Gli operai li colpiscono sulla testa con un martello, gli tagliano la gola e poi la pelle. Il filmato mostra alcuni animali che continuano a respirare e a muoversi anche dopo questo orribile abuso. La gelatina prodotta dalle loro pelli bollite diventa medicina secondo le superstizioni cinesi.

“Ogni pezzo di ejiao rappresenta il dolore e la paura di un asinello sensibile che è stato ucciso con violenza”, dice il Direttore della PETA Elisa Allen. “La PETA chiede a Papa Francesco, che é noto per aiutare coloro che si trovano in gravi difficoltà, compresi gli animali, a difendere il magnanimo asino questo Natale, denunciando questa atrocità”.

PETA – il cui motto dice, in parte, che “gli animali non sono nostri da abusare in alcun modo” – ha nominato Papa Francesco Persona dell’Anno nel 2015 per chiedere ai suoi seguaci di mostrare compassione verso gli animali.

Per ulteriori informazioni, visita PETA.org.uk.

#